sabato 8 ottobre 2011

DEAD SKELETONS:“Dead Magick” (release date: 21 maggio 2011, A. Records Ltd.)

# Consigliato da DISTORSIONI

Se esiste una frontiera terrena per l’oltretomba, questa deve con molta probabilità trovarsi dalle parti dell’Islanda. Dopo le celestiali e  paradisiache atmosfere dei Sigur Ros in cui voci angeliche ci introducevano dinnanzi al più candido cospetto divino, ora un’entità cupa e misteriosa si presenta per accompagnare musicalmente le anime dannate destinate agli inferi (e per esigenza di completezza si potrebbe menzionare Bjork in merito al purgatorio).

SHORT REVIEW - LE PISTOLE ALLA TEMPIA: "Le Pistole Alla Tempia" (release date: 30 settembre 2011, Lactobacillus Records/Lunatik)

Nel loro profilo si legge: “Le Pistole alla tempia sono un quintetto rock che sta tra Lucio Battisti e il Teatro degli orrori”. Ovverosia tra uno dei padri della moderna canzone italiana e il più geniale ed entusiasmante gruppo rock italiano degli ultimi anni. Premesso che del leggiadro battito d’ali del nostro caro angelo non sentiamo neanche uno spiffero e che degli arcani prodigi della creatura dell’Uomo a una dimensione non intravvediamo nemmeno una stilla,

MUSTEENO: “Ipnosi collettiva” (release date: 6 ottobre 2011, Relief Records/Audioglobe)

Debutta sulla lunga distanza il rapper Musteeno, alias Andrea Gorni, milanese classe 1978. Il disco si intitola “Ipnosi collettiva” e propone un hip hop ritmato ma non ossessivo nelle basi, con bassi non pompati eccessivamente e campioni di tastiere e fiati piuttosto raffinati, nella linea di gruppi downtempo come Monk & Canatella o Nightmares on Wax. Musteeno lavora molto sul testo, sul significato delle parole, anche inteso come esperienza personale di decifrazione della realtà, come in Cruciverba o Sacra Scrittura.

LIVE REPORT: "Vittorio De Scalzi: Il Suonatore Jones" (21 Luglio 2011, Ceriale, Savona)

Vittorio De Scalzi, dai più conosciuto come cantante e leader dei New Trolls, ma in realtà, nella vita, anche autore o co-autore di successi di numerosi altri artisti italiani (da Lucio Dalla a Renato Zero a Umberto Bindi), è stato il protagonista della “Notte Bianca” cerialese, a fine luglio. La serata vedeva avvicendarsi, sul palco della piazza dominata dall'antico bastione saraceno, anche Davide Geddo, un cantautore ligure affiancato da una validissima band, dal robusto sound a cavallo tra blues e hard rock, ed i Flower Flesh,

LIVE REPORT - "The Specials + Casino Royale" (22 Settembre 2011, Alcatraz, Milano)

Casino Royale
Inizia l’autunno e quale miglior rimedio per scacciare i grigi pensieri di una serata all’insegna dello Ska 2Tone degli anni 80? Stasera arriviamo all’Alcatraz di Milano e sappiamo già che sarà una di quelle serate da “io c’ero!”. Sì perché il ritorno in Italia degli Specials (già passati da noi non tanto tempo fa al Traffic Festival di Torino) per un’unica data Italiana, si annuncia come uno degli eventi di questa nuova stagione concertistica.

venerdì 7 ottobre 2011

BRIAN JONESTOWN MASSACRE: “The Singles Collection (1992-2011)” (Release Date: 29 Agosto 2011, A-records)

# Vivamente Consigliato da DISTORSIONI

L’indaffaratissimo Anton Newcombe prende tempo, dopo aver tagliato i ponti con la madrepatria statunitense per trasferirsi nel vecchio continente a far la spola tra Reykjavik e Berlino. In terra islandese si sta prendendo cura delle sorti dei Dead Skeletons, una delle novità musicali più eccitanti che mi sia capitato di ascoltare ultimamente, mentre a Berlino gestisce sul web, un suo canale multimediale in streaming,

SHORT REVIEW - SUZANNE VEGA: "Close - Up vol.3: States Of Being" (Release Date: 12 Luglio 2011, Cooking Vinyl)

# Consigliato da DISTORSIONI

Era il 1985. Un amico appena tornato dagli Stati Uniti mise sul piatto un disco. Copertina semplice, minimale. La foto in bianco e nero di una ragazza esile, giacca over-size, un caschetto di finissimi capelli chiari a incorniciare un ovale reso prezioso da uno sguardo terso, intenso, profondo. E le note strinsero il cuore e accarezzarono l’anima.

SHORT REVIEW - ADAM FREI: “Empty Music Industry” (Release Date: 21 settembre 2011, Seahorse Recording)

Scrivi Adam Frei, ma leggi Afterglow ovvero Dave Timson alla voce e al basso, Alex Cherry alla batteria, Mick Lennard e Alberto Garau alle chitarre. Il combo anglo-italiano prova a voltare pagina e lo fa cambiando nome e, in parte, approccio musicale. Le tessiture armoniche sono debitrici nei confronti di certa wave britannica rock-oriented, le liriche sfiorano il sociale, il politico e in generale le ombre e le luci che si materializzano nell’esistenza umana.

IGGY AND THE STOOGES: “Raw Power Live In the Hands of the Fans” Blu Ray-DVD (27 settembre 2011, MVD Entertainment Group)

Che gli Stooges in questa reunion terzo millennio non facciano più paura a nessuno – come ha scritto qualcuno recentemente – è cosa condivisibile: il super-io mai domo del 64enne Iggy Pop e del suo entourage fa poi il resto, dando per scontato che i loro fans più incalliti, cinquantenni o giù di lì, o i nuovi iniziati al culto potessero mandar giù senza protestare un pessimo live come questo, registrato malissimo – siamo più o meno al livello di un bootleg - e che non rende assolutamente giustizia al materiale originale di Raw Power,

HUSHPUPPIES: “The Bipolar Drift” (release date: 21 marzo 2011, Differ-Ant)

La scena musicale francese non ha mai goduto di buona stampa dalle nostre parti, almeno per quanto riguarda la “nostra” musica. Infatti grandi elogi sono stati rivolti (a ragione, sia chiaro) verso i cantautori d'oltralpe, gente della caratura di Jacques Brel (belga, ma trapiantato) e Georges Brassens, oppure hanno riscosso simpatia personaggi anche notevoli, come il mitico Antoine, Nino Ferrer, o, ancora, grandi artisti come Gilbert Becaud e Serge Gainsbourg, ma pochissimo sappiamo della musica

WILD FLAG: "Wild Flag" (13 Settembre 2011, Merge Records)

# Consigliato da DISTORSIONI

Ormai è ufficiale, il 2011 è stato l’anno del Lo-Fi in stile girly-band per cui non potevamo farci mancare anche il relativo supergruppo! Le Wild Flag annoverano infatti Carrie Brownstein, Janet Weiss, Mary Timony e Rebecca Cole membri rispettivamente di Sleater-Kinney, Helium, The Minders e nascono nel 2010 sull’asse Portland/Olympia. Il disco, un self-titled che esce per la Merge,

LIVE EVENTS: HEROES, ROMA COME NEW YORK, 7 ottobre 2010 - 6 gennaio 2011, Le Mura, Roma

Prende avvio venerdì 7 ottobre a Roma "Heroes, Roma come New York", rassegna concertistica articolata in sette appuntamenti ai quali prendono parte gruppi con stili e influenze diverse, per la maggior parte di provenienza cittadina. L'iniziativa si propone, con una formula che prevede interazioni e collaborazioni tra le band, di contribuire a costruire  un terreno comune tra i musicisti coinvolti utile alla formazione di una 'scena musicale' indipendente cittadina che sia percepita come tale da chi suona e da chi ascolta. Per favorire questo processo a partire dalla rassegna medesima, gli organizzatori hanno dato vita a una rete di relazioni con mezzi di informazione, specializzati e non, che seguira' i concerti e promuoverà la conoscenza dei gruppi. Tra le testate musicali coinvolte anche la webzine statunitense Indie Rebellion.


giovedì 6 ottobre 2011

SHORT REVIEW - FOO FIGHTERS: “Medium Rare” (Release Date: 16 Aprile 2011, Record Store Day, Vinyl Rip)

# Vivamente Consigliato da DISTORSIONI

Album gioiello. Diadema prezioso per le tredici gemme che lo compongono. Registrate in quindici anni di attività e sparse in singoli, colonne sonore e quant’altro, eccole qui quasi tutte riunite le bellissime, oltre che rare, covers che troviamo in “Medium Rare”. Riletture vive e creative di classici senza tempo quali Band on the run (Wings) o I feel free (Cream); monumenti sonori quali Have a cigar (Pink Floyd),

OBAKE: “S/T” (release date: 26 settembre 2011, Rare Noise Records)

# Consigliato da DISTORSIONI

Confesso che l'interesse per questo disco mi è nato quando sono venuto a conoscenza del fatto che al basso figurava Massimo Pupillo, reduce dall'esaltante e, purtroppo, conclusa, esperienza con i tellurici, fantastici Zu. Bene, l'effetto della musica degli Obake (una specie di misto tra fantasma e zombie, in giapponese) sui sismografi è senz'altro paragonabile a quello degli Zu, ma, invece di affondare profonde radici nel free jazz, qui il tema svolto ha per titolo:

JENS LEKMAN: “An Argument with Myself” (Release Date: 20 Settembre 2011, Secretly Canadian)

# Consigliato da DISTORSIONI

Non è certo autore prolifico il musicista di Goteborg, era addirittura dal 2007, anno di pubblicazione di “Night Falls Over Kortekala”, che mancavano sue incisioni, pare abbia attraversato un brutto periodo con problemi di salute; adesso questo Ep, forma che il nostro ha sempre prediletto - il suo ottavo senza contare quelli usciti in edizioni limitate o venduti solo durante i tour - può finalmente soddisfare i desideri

DUM DUM GIRLS: “Only in Dreams” (27 settembre 2011, Sub Pop)

Dopo averle viste dal vivo poco tempo fa non avevo molte aspettative per un nuovo disco del quartetto californiano ed ora eccoci a fine estate al nuovo lavoro delle Dum Dum Girls: noto subito dal primo ascolto come il suono degli inizi, frizzante e spensierato, venato del garage-punk di certe band tutte al femminile degli anni 90, stia lasciando più spazio al lato oscuro della band e a una produzione decisamente più curata nei suoni, anche se sempre intrisa di quel Lo-Fi che contraddistingue il sound di queste ragazzotte di Los Angeles.

mercoledì 5 ottobre 2011

'HYPNAGOGIC POP' - NEON INDIAN: “Era Extrana” (release date: 13 settembre, 2011 Static Tongues)

Le riviste inglesi e americane, come The Wire o Pitchfork, che costituiscono l'avanguardia nel tentativo di scoprire le tendenze musicali in corso, recentemente si sono scatenate del definire un genere piuttosto strampalato che viene chiamato Hypnagogic pop (come dire canzoni composte in stato di passaggio tra veglia e sonno) o Glo-fi (gioco di parole tra “lo-fi”, ovvero bassa fedeltà e “glow” ossia luce crepuscolare). Si tratta di canzoni, fondamentalmente elettroniche, che mescolano il

LO-FI-FNK: "The Last Summer" (release date: 31 agosto 2011, Popfrenzy Records)

Gli Svedesi Lo-Fi-FNK sono saliti alla ribalta della scena elettro-pop grazie ad un paio di Ep ed un album, "Boylife", realizzati tra il 2002 ed il 2006 per la Moshi Moshi Records. La stessa etichetta di gente del calibro di Florence & Tha Machine, Hot Chip, Bloc Party, Lykke Li, Friendly Fires, Drums e Hercues & Love Affair per cui, probabilmente, avrete già capito da che parti siamo. Ora, anche loro, come molti dei gruppi sopra citati, cambiano etichetta, passano alla Popfrenzy Records e arrivano alla seconda prova sulla lunga distanza.

REISSUES - JIMI HENDRIX: "Hendrix In The West" - febbraio 1972, Polydor (release date: 13 settembre 2011, Experience Hendrix/Sony Music Legacy)

Ci si potrebbe anche domandare come mai l’Experience Hendrix, l’etichetta fondata dalla famiglia Hendrix per la pubblicazione delle opere del mancino di Seattle, abbia deciso di immettere nuovamente nel mercato discografico questo live, uscito originariamente nel febbraio 1972. Per trovare la risposta è necessario ripercorrere la storia di questo fortunatissimo, soprattutto sul piano commerciale, album. Giova innanzi tutto ricordare che il disco uscì postumo.

martedì 4 ottobre 2011

MR. RENCORE + TIM BERNE: “Intollerant” (release date: aprile 2011, Auand Records)

# Vivamente consigliato da DISTORSIONI

Mr. Rencore, progetto capitanato dal chitarrista Gabrio Baldacci che vede Daniele Paoletti alla batteria e Beppe Scardino al sax baritono, giunge al suo esordio discografico con il notevole "Intollerant". I tre livornesi azionano la centrifuga sui loro retroterra, impregnati tanto di free-jazz che di noise e si avvalgono per l'occasione della collaborazione del sassofonista Tim Berne, esponente

DJ SHADOW: "The Less You Know, The Better" (release date: 26 settembre 2011; Island)

Nuova uscita discografica per Dj Shadow e bisogna proprio dirlo, nuova delusione. Il dj della Bay Area infatti non riesce proprio a riscattarsi dal penultimo insoddisfacente "The Outsider". Non che un fan della prima ora come il sottoscritto stia aspettando da 15 anni il proseguimento di quel masterpiece che è stato "Endtroducing". Però, sebbene nella storia artistica di chiunque si registrino tanto degli alti che dei bassi, mi sembra che già da troppo tempo ormai Shadow stia vivendo alle spalle dell' hype che lo circonda.

THE HORRORS: “Skying” (release date: 26 luglio 2011, XL Recordings)

Ci sono band che esordiscono alla grande per poi cadere nella banalità e finire inevitabilmente con l'essere dimenticate o messe da parte. Altre band invece, come The Horrors, esordiscono alla grande, si confermano con il secondo album per poi ripresentarsi e spiazzare tutti con il terzo lavoro. Roba da pochi eletti insomma. Roba da Horrors. "Skying" arriva a soli due anni di distanza da “Primary Colour” e già per molti rappresenta l'apice artistico raggiunto, almeno fin'ora, dalla formazione

U.S. CHRISTMAS (USX): "The Valley Path" (release date: 1° maggio 2011, Neurot Recordings)

# Consigliato da DISTORSIONI

Che la psichedelia non sia mai morta è un dato di fatto. Spesso è sopravvissuta come un fiume carsico all’interno di generi musicali di confine quale il progressive, lo space-rock, l’acid rock, lo stoner, l’ambient. U.S. Christmas è una band di psichedelia blues con forti influenze stoner proveniente dal Nord Carolina ed attiva dal 2002. Rispetto al più denso e cerebrale “Run Thick In The Night” del 2010,

HER NAME IS CALLA: "Maw EP" (release date: 12 aprile 2011, Denovali Records)

# Consigliato da DISTORSIONI

Dopo l’uscita nel 2010 dell’acclamato secondo loro album “The Quiet Lamb”, Her Name Is Calla si ripresenta al pubblico con l’EP “Maw”, caratterizzato da un ritmo cinematografico e da una tensione sostanzialmente drammatica. Il brano Maw scorre impetuoso, mentre la malinconica The Beat That My Heart Skipped si percepisce appena sussurrata. Il culmine si raggiunge con Dreamlands,

lunedì 3 ottobre 2011

THE OUT KEY HOLE: "Dreams in waking state" (release date: 18 aprile 2011, Teen Sound Records)

# Consigliato da DISTORSIONI

Non è facile “sognare” gli anni Sessanta come li sognano gli Out Key Hole. "Dreams in waking state" è un viaggio concettuale, prima che musicale, dentro la psichedelia più sballata e surreale dei sixties e dei suoi visitatori più visionari e outsider degli anni Ottanta come Plan 9, Eyes of Mind, Melted Americans, Plasticland, Laughing Soup Dish. Non ci sono concessioni al facile giro beat. Tutto qui è

GALILEO 7: “Are we having fun yet?” (release date: 10 gennaio 2011, Teen Sound)

# Consigliato da DISTORSIONI

Nessuno potrà mai saperlo ma credo che se gli Oasis fossero stati ossessionati dagli Who invece che dai Beatles, probabilmente avrebbero suonato così. O in maniera molto, molto simile. Galileo 7 sono la nuova band guidata dall’infaticabile Allan Crockford. Prego aprire alla lettera C il libro sulla storia della musica neo-mod inglese. Al suo fianco c’è Paul Moss, pregiatissimo session-man e tutor del quattro corde

MICK HARVEY: "Sketches From The Book Of The Dead" (release date: 2 maggio 2011, Mute/Self)

Si nomina Mick Harvey ed immediatamente il nostro pensiero va a Nick Cave & the Bad Seeds, per i più appassionati anche ai Boys Next Door ed ai Birthday Party, dopo tutto 25 anni passati a fianco del carismatico australiano non si cancellano con un colpo di spugna. Oltre a decine di collaborazioni, ultima con l'omonima e divina Polly Jean (PJ) nel suo splendido "Let England Shake" (2011), il nostro ha realizzato come solista 4 dischi, di cui i primi due sono covers in inglese di brani di Serge Gainsbourg,

SHORT REVIEW - P. G. SIX: “Starry mind” (release date: 5 settembre 2011; Drag City)

I P.G. Six provengono dal cosiddetto 'weird folk: in questo nuovo album si convertono a sonorità più decisamente rock, dopo aver mutato radicalmente la formazione. Se escludiamo Days hang heavy, breve ballata acustica, i brani sono piuttosto lunghi ed articolati. Da una parte l'ispirazione affonda nel rock anni '70, per le melodie, l'uso di tempi medi, le chitarre che si lanciano in duetti o lunghi assoli; bello quello col wah wah zappiano in Talk me down. Dall'altra c'è sentore di post rock, in certi

domenica 2 ottobre 2011

RAMONES MANIA! - LIVE REPORT: Queens Of New York (Ramones Tribute), Bari, Parkway Bikers Rock'n'roll Café, 1° ottobre 2011

Dedicato a tutte le RAMONES Tribute Bands del globo terraqueo!
Credete che suonare (o se preferite ‘coverizzare’) i Ramones sia cosa facile e scontata? Io posso, se serve, dire la mia, dopo aver assistito al concerto delle Queens Of New York - prima in assoluto ed unica Ramones tribute-band barese - il 1° Ottobre in quel di Bari: luogo del misfatto il Parkway Bikers Rock’n’roll Cafè, divenuto ormai da un po’ di tempo il rock club per eccellenza del capoluogo pugliese, nonché punto di ritrovo/riferimento dei bikers locali e non.
Si è verificato un errore nel gadget